ASL Salerno. Successo al Forum della P.A.

Anche quest’anno l’Azienda Sanitaria di Salerno si impone al del Forum della Pubblica Amministrazione di Roma con ben due progetti selezionati dalla giuria tecnica e premiati nel corso di un’apposita cerimonia alla presenza del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta.
Questi i progetti premiati:
BBS-Card per Bambini con Bisogni Speciali
Ottimizzazione dell’Accesso alle prestazioni-Reti Amiche
selezionati dalla giuria “Accademia PA Salute” tra i dieci migliori contributi d’innovazione tecnologica realizzati dalle strutture sanitarie italiane.
La cerimonia di premiazione è avvenuta  a margine  del convegno “Sanità Elettronica, dalle esperienze pilota all’integrazione”, a conclusione dell’annuale appuntamento romano, divenuto una autorevole vetrina nazionale della Pubblica Amministrazione.
Progetto “BBS–Card” per il miglioramento dell'efficienza e dell'efficacia dell’intervento socio-sanitario su pazienti pediatrici “BBS (Bambini con Bisogni Speciali” attraverso una Card USB con Patient Summary.
Responsabile e coordinatrice del Progetto: d.ssa Grazia Gentile, Direttore Responsabile del Distretto Sanitario Cava de’ Tirreni-Costa d’Amalfi.
Obiettivo del Progetto BBS-CARD è migliorare la qualità dell’assistenza a pazienti pediatrici “fragili” attraverso la realizzazione della BBS-CARD con piattaforma web dedicata.
“Si tratta –ha spiegato la d..sa Grazia Gentile- di una scheda USB accessibile con Codice Pin e Password, utilizzabile come memoria di massa per il Patient Summary (Minimum Data Set di dati clinici) e come chiave crittografata per l’accesso alla banca dati nell’area riservata del sito web, nella quale è memorizzato l’intero fascicolo sanitario del BBS, da parte del paziente stesso o del care-giver o degli operatori sanitari e socio-sanitari.
La scheda può inoltre essere utilizzata anche come banca dati per informazioni particolari (ad esempio diete per i pazienti celiaci) e link utili (ad esempio particolari associazioni o siti di servizio, specialisti on-line).  La BBS-CARD  consentirà agli operatori di avere a disposizione informazioni preziose ed aggiornate anche in quei casi in cui i Bambini con Bisogni Speciali arrivino all’osservazione in condizioni critiche o con oggettiva difficoltà del care-giver a fornire dati utili ad una corretta e tempestiva diagnosi ed alle conseguenti decisioni assistenziali e terapeutiche. Tale sistema consente di ottenere un  miglioramento della qualità di vita del bambino ed una miglioramento dell’assistenza  attraverso l’immediata disponibilità ed accessibilità di elementi importanti riguardanti lo stato di salute (anamnesi, allergie, diagnosi, esiti di esami, terapie, parametri di crescita, alimentazione, intolleranze alimentari, profilo riabilitativo, qualità dell’inserimento scolastico, etc.) non solo nei momenti cruciali e critici di contatto con il servizio sanitario (nel caso di accesso al Pronto Soccorso) ma anche nel continuum della crescita con la custodia dei dati evolutivi: peso, altezza, esami ripetuti periodicamente, valutazioni di follow-up, vaccinazioni, percorso scolastico, interventi riabilitativi etc., in un solo dispositivo sempre disponibile.
Progetto “Ottimizzazione dell’Accesso alle prestazioni-Reti Amiche”
Responsabili e coordinatrici del progetto: dott.ssa Giovanna Doria, direttrice della Struttura Complessa Miglioramento Accessibilità alle Prestazioni, e dott.ssa Immacolata Borrelli, dirigente della Struttura Monitoraggio liste d’attesa,
Il progetto ha l’obiettivo di creare un sistema agevolato di accesso alle prestazioni ambulatoriali, riprendendo quanto stabilito dal progetto nazionale “Reti Amiche”, che consente al cittadino di poter prenotare una prestazione presso le farmacie e pagare l’eventuale ticket nelle tabaccherie.
Grazie al protocollo d'intesa sottoscritto con la Federfarma, l’Ordine dei Farmacisti e la Federazione Italiana Tabaccai, i cittadini potranno così effettuare la prenotazione delle visite mediche e delle prestazioni diagnostiche e specialistiche nelle farmacie e pagare il ticket sanitario nelle tabaccherie.  Si fornisce in tal modo agli utenti un ulteriore strumento per venire incontro alle esigenze dei cittadini dell’Asl di Salerno, introducendo ulteriori canali di prenotazione visite e pagamento ticket attraverso reti ampiamente diffuse sul territorio. “Ciò renderà ancora più semplice  l'accesso alle prestazioni  –hanno spiegato le referenti d.ssa Giovanna Doria d.ssa Immacolata Borrelli- fornendo un'adeguata risposta assistenziale ai bisogni della collettività e, in particolare, alle fasce deboli”.
La prenotazione potrà essere effettuata, durante l'orario di apertura, in una delle farmacie abilitate, che espongono la locandina del progetto “Reti Amiche”, presentando la richiesta del medico di base e il tesserino sanitario.  Sarà possibile conoscere in tempo reale la sede in cui sarà erogata la prestazione, la data e l'ora fissata per l'appuntamento.  La farmacia rilascerà uno stampato che riporta l'avvenuta prenotazione e l'importo del ticket da pagare, se non esenti, non solo presso gli sportelli dell’Asl, ma anche presso le tabaccherie della F.I.T. (Federazione Italiana Tabaccai) che aderiscono all’iniziativa.