Pagani, a rischio il bilancio di previsione

Un tenzone rimandato. Ma Pagani è proprio in linea con Sarno. Non ci sono i numeri in maggioranza per approvare l’importante strumento finanziario dell’ente. Ma Salvatore Bottone, il sindaco facente funzione in una nota stampa commenta lo slittamento del consiglio comunale ‹‹ Un'assenza per consentire una migliore riflessione››. Secondo Salvatore Bottone un’assenza che non sarebbe stata pilotata ‹‹ Abbiamo voluto dare a tutti la possibilità di riflettere per immagine di continuare l'esperienza di centro destra fino alle prossime elezioni››. A chi dice di voler andare a votare, Bottone accorda disponibilità. Ma dovrà essere una decisione da assumere in vista della prima occasione utile ‹‹condivido la necessità di andare al voto prima possibile, per questo potremmo utilizzare la prossima data utile››

Conncetivia voucher 2,5

Sembra avere le idee molto chiare Massimo d’Onofrio ‹‹ La politica non è fatta solo di numeri. Anche da solo lunedì dirò la mia sul bilancio e sulla politica a Pagani, partendo da un dato di fatto, emerso e confermato pure oggi: a Pagani non c’è più una maggioranza.›› D’Onofrio consuma l’affondo ‹‹Una chiara dimostrazione dell’incapacità di governo e di estrema strumentalizzazione è l’accostamento tra l’approvazione del bilancio e il soggiorno climatico per gli anziani. Che senso ha legare l’approvazione del bilancio al soggiorno climatico? Ricordo che in città qualche settimana fa era affisso un manifesto che annunciava la partenza del soggiorno a giugno. Così non è stato. Senza capacità di programmazione, la data di partenza è stata rinviata, creando disagi a tutti coloro che solitamente beneficiano del soggiorno climatico. Adesso, invece, ho sentito dire che si partirà solo dopo l’approvazione del bilancio. A me un’osservazione del genere sembra un ricatto morale di cui, francamente, non potrei fare altro che vergognarmi. La verità – mi tocca ancora una volta dirlo – è che, da quando non c’è più Mongibello, i servizi sociali a Pagani sono allo sfascio. Mi sento in dovere adesso di prendere un impegno, prima come uomo e poi come politico: gli anziani e i diversamente abili avranno il soggiorno climatico indipendentemente da come andrà il voto sul bilancio. Non mi pare giusto che queste categorie vengano penalizzate solo ed esclusivamente per questioni politiche.››