Niente calcio tra Scafati ed Angri. Tristezza dei tifosi

Tifosi tristi. Due blasoni verso il fallimento. Sono accomunati dallo stesso destino,seppure in due categorie diverse, Scafatese ed Angri. Entrambe, con il cuore e la passione hanno mantenuto la categoria, in un finale di campionato carico di emozioni e di attaccamento ai colori. Entrambe sono sul punto di scomparire dal calcio che conta. Paradossalmente si potrebbero incontrare nella terza categoria tra qualche mese, cariche di rabbia e di delusioni di orizzonti d’attesa. I gialli canarini della Scafatese non voleranno più. In Lega nessuno ha depistato la domanda d’iscrizione, con assegni complessivi da 27mila euro. Questo significa la cancellazione del sodalizio giallo blu dalla categoria professionistica.

La stessa vicenda si vive ad Angri. Non si assume più impegni il presidente dell’Angri 1927. La partita più importante per il sodalizio grigiorosso sembra oramai avviata ad un esito triste e scontato. Sia il presidente che il primo cittadino stanno facendo l’ordinario, tentando di trovare un possibile salvatore per l’antico sodalizio grigiorosso. Il sindaco Mauri è categorico e lo dichiara anche alla stampa: ‹‹ come amministratore, devo far rilevare che esistono altri gravi problemi in città. Abbiamo difficoltà a dare una mano a persone indigenti e, di fronte a necessità diverse, il comune non metterà soldi per il calcio››. Chiaro e preciso il diktat del primo cittadino, mentre Varone cerca un ultimo appiglio per non restare con il cerino in mano in vista della scadenza del 12 luglio quando l’Angri potrebbe rimanere solo un bel ricordo nella mente dei tifosi. Si gioca tutti in terza categoria.