Terme di Stabia, continua la vertenza

Il timore di perdere il posto di lavoro è quanto mai realistico. Scendono nuovamente in piazza i lavoratori delle Terme di Stabia per manifestare pubblicamente la loro determinazione nel rivendicare le mensilità pregresse spettanti , ancora bloccate dal mancato riconoscimento da parte dell'ASL dei pagamenti per il trattamento di cui hanno usufruito i loro assistiti presso la struttura termale ai piedi del Solaro. Preoccupate le sigle sindacali, dopo l’assenza, lunedì scorso, al primo incontro, dei vertici dell'ASL e delle Terme di Stabia.

Anche il primo cittadino di Castellammare di Stabia, Luigi Bobbio si sta adoperando per sbloccare la situazione . " Ho avuto un colloquio telefonico con il commissario dell'ASL Napoli 3, il dottor Esposito – ha detto Bobbio – il quale, consapevole, peraltro, delle gravi criticità che affliggono la società Terme di Stabia, mi ha assicurato che, la prossima settimana, l'Azienda sanitaria pagherà la seconda tranche della somma dovuta alle Terme in virtù della convenzione, consentendo così alla società di poter finalmente liquidare le spettanze ai propri dipendenti". La situazione è in evoluzione.