Angri. Incendio. Barba, faremo il tutto il possibile

Tempestività, celerità, e solidarietà hanno caratterizzato la risposta dell´amministrazione comunale della Città di Angri, così come si evince dalle parole dell´Assessore Caterina Barba. "Questa mattina io, l´Assessore Giacomo Sorrentino, il Comandante Rosario Cascone, abbiamo fatto il punto della situazione e trovare soluzioni immediate soprattutto per tamponare l´emergenza, convocando anche il responsabile dell´ambiente, l´ufficio casa, i servizi sociali." Queste le parole a caldo dell´Assessore Caterina Barba pronunciate dopo l´attivazione della task force. "Nell´incidente sono stati coinvolti due nuclei familiari, – continua l´Assessore Barba- che, grazie alla tempestività dei Consiglieri Comunali Sorrentino, D´Auria, e Russo, sono state accolte presso una struttura alberghiera del territorio."

Conncetivia voucher 2,5

Le famiglie coinvolte nell´incidente sono state destinate ad una struttura alberghiera, evidenzia l´Assessore Barba, non solo per esigenze di tempestività , ma anche perché non sono state trovate sul territorio case famiglia immediatamente disponibili ad accogliere interi nuclei familiari. "Abbiamo convocato le famiglie al Comune – continua l´Assessore Barba – e abbiamo prospettato loro la soluzione nell´immediato, ovvero l´alloggio presso una struttura alberghiera, che per il momento è l´unica soluzione." Dopo l´incendio l´Assessore Barba spiega che l´Architetto Cinque ha già fatto ieri mattina un sopralluogo nella zona insieme alla ditta che si dovrà occupare della rimozione dell´amianto.

"La zona è già stata isolata – afferma Caterina Barba – soprattutto per il problema dell´amianto. I prefabbricati danneggiati sono tre, due occupati ed uno non occupato, per cui dopo l´isolamento si procederà con i lavori di rimozione." L´Assessore Barba inoltre dichiara che, soprattutto in questi primi momenti, è necessario essere solidali e vicini alle famiglie, anche perché ci sono dei bambini.

Inoltre Caterina Barba spera che si riesca ad accelerare la procedura con l´IACP per la consegna del 139 alloggi, "ed una volta consegnati gli alloggi – spiega la dottoressa Barba- i prefabbricati verranno rimossi, e le persone che aspettano risposte da tanti anni entreranno finalmente negli appartamenti, per cu queste situazioni di degrado scompariranno e si bonificheranno e risaneranno tutte le aree." Nella giornata di ieri, inoltre, l´amministrazione Mauri, ha spiegato dettagliatamente la vicenda con un comunicato stampa: "A seguito dell'incendio di ieri notte nell'area dei prefabbricati di Largo Caiazzo, l'Amministrazione Comunale si è immediatamente attivata per far sentire la solidarietà delle istituzioni alle famiglie coinvolte nell'incidente. I consiglieri comunali Arturo Sorrentino, Domenico D'Auria e Pasquale Russo, recatisi nella zona del campo sportivo pochi minuti dopo lo scoppio dell'incendio, hanno subito provveduto a trovare una sistemazione provvisoria ai due nuclei familiari che risiedevano nelle strutture andate in fiamme.

Le famiglie sono ora ospitate presso alcune strutture alberghiere locali. In mattinata, è stata attivata anche una task force di tecnici del Comune, guidata dagli Assessori Barba e Sorrentino, per trovare una sistemazione definitiva alle due famiglie in questione, e per avviare le operazioni di bonifica del territorio colpito dall'incendio.

L'Istituto Autonomo Case Popolari ha inoltre comunicato che sarà consegnato a breve il primo lotto dei 139 alloggi, i cui destinatari sono proprio gli occupanti dei prefabbricati. Secondo una stima dell'IACP i primi alloggi saranno consegnati entro pochi mesi, ponendo fine ad una situazione di disagio abitativo che perdura da trent'anni. Il Sindaco di Angri, Pasquale Mauri, nell'esprimere solidarietà alla popolazione residente nell'area, ha anche voluto ringraziare il comando di Polizia Locale, i Carabinieri della Stazione di Angri, i Vigili del Fuoco e i volontari della Protezione Civile per il tempestivo intervento."
Maria Paola Iovino