Pagani. Dibattito nel PD sul futuro politico

Il PD paganese mette un’accelerata nella delicata situazione politica paganese chiedendo un consiglio comunale ad hoc per chiarire altri aspetti legati alla questione Gambino. Il primo cittadino sospeso, infatti, sarebbe l’ultimo diaframma nel tunnel che potrebbe condurre, a breve termine, la cittadina paganese alle urne.

L’istanza nasce dalla lettera che diversi giorni fa il prefetto Marchione, ha inviato a Massimo D’Onofrio, presidente dimissionario dell’assise cittadina, dove si chiedeva di rendere noto se il comune di Pagani ha avviato la procedura volta a rimuovere la causa d’incompatibilità nei confronti del sindaco Gambino, sospeso dal suo incarico dopo la condanna per peculato e successivamente eletto al consiglio regionale. Questo in attesa del passaggio in giudicato della sentenza in seguito al ricorso presentato dallo stesso Gambino. A questo si aggiunge che Gambino non ha optato ancora la scelta tra comune o regione.

Sul tavolo della questione il PD porta anche altri argomenti da trattare, tra i quali anche la proposta di modifica dei vari regolamenti comunali, da quelli sul piano sociale a quello finanziario.