Squillante. Essere presenti in consiglio è importante

Nello scorso Consiglio Comunale il Consigliere di opposizione Antonio Squillante si è assentato, per un´esigenza personale, qualche minuto dall´aula pensando che fosse chiaro che si trattasse di un assenza momentanea, e al suo ritorno ha constatato che un importante punto all´ordine del giorno (Ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e verifica salvaguardia degli equilibri di bilancio. Esercizio 2010) era stato già discusso e approvato.

Conncetivia voucher 2,5

Al momento Squillante dichiara di esserci rimasto molto male perché su un punto così importante, nonostante la maggioranza ha comunque i numeri, era opportuno fare una discussione. Tuttavia Antonio Squillante ha riconosciuto di aver avuto un chiarimento con il Sindaco Pasquale Mauri, che si è curato di chiamarlo per spiegare che non c´è stata nessuna intenzione di fuggire da una discussione, ma si è trattato davvero di una svista, in sostanza loro hanno ritenuto che il capogruppo consiliare del PDL si fosse allontanato dall´aula consiliare definitivamente e non momentaneamente.

Secondo Squillante, inoltre, in quel momento era l´unico esponente dell´opposizione consiliare, perché "è oggettivamente inutile sostenere che il consigliere Marcello Ferrara sia dell´opposizione, – precisa l´assessore provinciale – ormai è parte integrante della maggioranza. Non sarò io a criticare la sua scelta, ma indubbiamente ne dovrà rispondere agli elettori". "Entrando nel merito del provvedimento, – dichiara Squillante – a mio avviso, la salvaguardia, gli equilibri di bilancio, non sono presenti, e su questo mi riservo di presentare un´istanza al Prefetto, perché per stessa dichiarazione del Sindaco Mauri sono presenti all´interno dell´ente diversi debiti fuori bilancio.

"Nello stesso Consiglio il Sindaco ha dichiarato – continua Squillante – che ci sono dei debiti fuori bilancio generati da perdite dell´azienda per i bilanci che devono ancora essere approvati per circa un milione di euro, e nel precedente consiglio comunale ha dichiarato che ci sono anche altre posizioni debitorie. Quanto l´amministrazione viene a conoscenza che c´è una posizione debitoria immediatamente, per mantenere gli equilibri, è opportuno queste negatività devono essere coperte nell´ambito del bilancio.

Quindi l´approvazione, e questo avrei dichiarato in aula se ne avessi avuto la possibilità, non poteva essere fatta in realtà." Invece sul giudizio in merito all´atteggiamento delle opposizioni, in parte, Squillante con l´attuale amministrazione comunale "sicuramente il consigliere comunale, sia di maggioranza sia di minoranza, in generale ha l´obbligo di andare in Consiglio, anche perché fatto una campagna elettorale chiedendo il sostegno ai cittadini per rappresentarli. Personalmente, avendo fatto una campagna elettorale da candidato Sindaco, sento ancora di più l´impegno e l´obbligo verso l´elettorato.

E´ necessario che tutti i consiglieri siano presenti, ci possono essere talvolta le assenze per esigenze personali, ma quando l´assenza comincia a protrarsi per troppo tempo, oppure quando si viene in consiglio per discutere solo un paio di punti all´ordine del giorno, non va bene."
Maria Paola Iovino