Angri. Ancora allarme per il Rio Sguazzatoio

Preoccupa il Rio Sguazzatoio in località Orta Longa. Dopo la visita in città dell’Assessore regionale alla Protezione Civile Edoardo Cosenza, che ha promesso lavori di consolidamento a breve giro, la nuova ondata di piogge, che ha flagellato l’Agro nelle ultime 24 ore, ha creato un nuova pesante allarme inondazione. Alle 5 famiglie da evacuare per l’incombente pericolo potrebbero presto aggiungersene ancora altre. L'ordinanza di sgombero firmata lunedì sera dal primo cittadino Pasquale Mauri resta tutt’ora valida.

Conncetivia voucher 2,5

La strada allagata è stata inibita al traffico nel tratto compreso tra lo svincolo della statale 268 fino all'ingresso del Comune di San Marzano sul Sarno. Sul posto i tecnici comunali, nel corso di un sopralluogo, hanno verificato la situazione critica anche di una sesta abitazione. Le piogge tengono in allerta le famiglie costrette a continui ed estenuanti sgomberi.

L’ondata di pioggia di inizio settimana, ha raggiunto il livello record di circa un metro e mezzo sopra il livello della campagna, allagando soprattutto i piani terreni di cinque abitazioni ubicati in via Orta Longa, rendendoli inagibili, da qui l'ordinanza dei vigili del fuoco di Salerno e dei vigili urbani di Angri, intervenuti con tempestività sul posto, hanno accertato ancora una volta l'allagamento di una vasta area del territorio, in cui insistono anche numerosi fabbricati. Solo un repentino intervento di messa in sicurezza della zona, come auspicato dall’assessore Cosenza, potrebbe stabilizzare una situazione critica, già affrontata dal primo cittadino Mauri anche in qualità di consigliere provinciale, lo scorso settembre 2009, quando visitò per la prima volta la zona alluvionale.