Angri. Allagamenti. Squillante: “Mauri fa propaganda”

E’ tutt’altro che risolta la vicenda degli allagamenti del Rio Sguazzatoio in località Orta Longa. Nemmeno dalla visita in città dell’Assessore regionale alla Protezione Civile Edoardo Cosenza, che ha promesso lavori di consolidamento a breve giro, sembra essere arrivata una soluzione definitiva all’annoso problema. La nuova ondata di piogge, ha creato subito una nuova pesante allarme inondazione. Famiglie evacuate con ordinanze sindacali. La strada allagata inibita al traffico nel tratto compreso tra lo svincolo della statale 268 fino all'ingresso del Comune di San Marzano sul Sarno. Sul posto i tecnici comunali, nel corso di un sopralluogo, hanno verificato la situazione critica anche di una sesta abitazione.

Conncetivia voucher 2,5

Le piogge tengono in allerta le famiglie costrette a continui ed estenuanti sgomberi. Una situazione critica, già affrontata dal primo cittadino Mauri anche in qualità di consigliere provinciale, lo scorso settembre 2009, suo cavallo di battaglia nella scorsa campagna elettorale.

Contrariato il consigliere del PDL e Assessore Provinciale Antonio Squillante: ‹‹L’amministrazione comunale in campagna elettorale aveva preso degli impegni con gli abitanti della zona, promettendo che entro pochi mesi dall’insediamento della nuova amministrazione il problema sarebbe stato definitivamente risolto, l’ennesima menzogna, simile a quella della realizzazione del ponte di Via delle Fontane ››.

Squillante parla di “sciacallaggio politico” perpetrato nei confronti degli abitanti di Via Longa: ‹‹ Personalmente non ho mai fatto lo sciacallo, in caso della mia possibile affermazione mi ero ripromesso di seguire la vicenda di Via Longa impegnandomi ai massimi livelli, senza tuttavia promettere l’impossibile definitiva risoluzione››.

Lo Sguazzatoio e gli altri confluenti del Sarno rientrano, infatti, in un’opera di bonifica che richiede milioni di euro e un’attenta programmazione dei lavori. ‹‹E’ inutile che Mauri prometta interventi immediati – aggiunge Squillante – che purtroppo tarderanno. La Bonifica dello Sguazzatoio è una questione complessa che va affrontata ai vari livelli e che vede coinvolti contemporaneamente vari attori, dalla Regione Campania al Consorzio di Bonifica, istituzioni competenti, spesso frenate dalla burocrazia che allunga notevolmente i tempi di intervento. E’ giusto che i cittadini interessati sappiano realmente come stanno le cose al di la della cassa di amplificazione propagandistica dell’amministrazione Mauri››.