Nocerina in testa alla classifica. Male Paganese e Angri

Ci vuole. Una “zampata” dell’argentino Zampa e la Cavese torna sorridere dopo 20 minuti di gioco, allontanando i cattivi pensieri. La Cavese schiera il solito 4-3-3 con Pagano in difesa, Bernardo al rientro in attacco a fianco di capitan Schetter e l'estroso Camillo Ciano. Parte subito forte la cavese che in pochi minuti colleziona 3 corner e due occasioni da gol. Al 20' arriva il gol del vantaggio dei padroni di casa, con Zampa che infila nel sette un gran tiro, al termine di una azione insistita di Schetter, e rifinita da Camillo Ciano. Ora la partita più importante e la sopravvivenza del sodalizio.

Conncetivia voucher 2,5

Nessuno scampo per la Paganese a Sorrento che vola in testa al girone dopo il default della Salernitana a Bassano. Con l’1-0 firmato da un bel gol di Paulinho aggancia i granata in testa alla classifica con 19 punti. Tabù Paganese sfatato per il Sorrento dell’ex Simonelli, nei guai mister Palumbo.

Grande affermazione della Nocerina con il successo esterno a Terni. Un 3-0 secco per i molossi con la doppietta di Catania e sigillo di Filosa che proietta la Nocerina in testa alla classifica in attesa del recupero tra Atletico Roma e Lanciano di mercoledì. I molossi si candidano seriamente alla promozione dopo quello che hanno fatto vedere negli ultimi match.

Una grande Juve Stabia riscatta il tonfo interno di domenica scorsa e sbanca il difficile campo dell’Andria Bat. Seppure con una vittoria di misura (1-0)è sicuramente un’affermazione preziosa per le vespe di Braglia. Decide l’incontro l’attaccante Diego Albadoro che, al 15esimo della ripresa estrae dal cilindro un calcio di punizione chirurgico con la palla insacca all’incrocio dei pali di Spadavecchia. Un modo per ripagare la fiducia del tecnico Braglia che l’ha mandato in campo dal primo minuto. Partita combattuta, nel finale, è proprio la Juve Stabia a sprecare il 2-0 con Raimondi che si vede negare da Spadavecchia il gol.

In serie D. Girone H. Irrimediabilmente considerato un derby in chiave salvezza, vista la precaria posizione occupata dalle due compagni salernitane. Battipagliese ed Angri finisce 4 a 1. Continua la striscia negativa per l’Angri, forse demotivata per le ultime vicende societarie. A metà primo tempo dopo il terzo gol della Battipagliese una decina di tifosi grigiorossi invadono il campo aggredendo alcuni calciatori. Davide Cacace finisce all’ospedale per curare le ferite riportate in seguito all’aggressione. Sanzioni in arrivo per il cavallino rampante. La Panchina di mister Santosuosso è salva.

Non decolla il Sant’Antonio Abate di mister Esposito che impatta in casa. Solo pari interno a reti bianche contro il Boville. L’undici giallorosso tenta di regalare una soddisfazione ai propri tifosi, ma non riesce a sbloccare il risultato per tutta la partita e non allontana i fantasmi della zona play out anche se dietro gli altri fanno male.