Terzigno. Discarica. Si registrano nuovi scontri e feriti

Continua incessante il braccio di ferro tra le forze dell’ordine e i manifestanti contro la discarica nel Parco del Vesuvio. Purtroppo si registra l’ennesimo bollettino di guerra. Nuovi scontri si sono verificati nella notte a Terzigno nei pressi della discarica 'Sari'. Il bilancio è abbastanza grave. Sono tre i 3 feriti, fra poliziotti e carabinieri, 5 dimostranti fermati e condotti in commissariato e alcuni auto compattatori danneggiati dai manifestanti.

Gli scontri sono avvenuti poco dopo le tre della notte, e sono seguiti a quelli della mattina del giorno prima sulla rotonda di Via Zabatta, oramai presidio simbolico della protesta che coinvolge i cittadini di Boscoreale, Boscotrecase, Terzigno e Trecase . Proteste e barricate con ogni mezzo per impedire l’accesso alla chiacchierata discarica vesuviana. I manifestanti hanno cosparso di olio alcune strade che portano alla discarica, innalzando anche delle barricate, con detriti e terra, per impedire l'accesso al sito dei compattatori con il maleodorante carico. Preoccupa l’escalation di violenza tra le forze dell’ordine e i manifestanti, una situazione che sta diventando drammaticamente incontrollabile.