Angri. Postini che latitano. L’ira dei commercianti

Latita il postino. Anche ad Angri come nel resto della Valle del Sarno e del vesuviano. Se in periferia, sulla popolosa e trafficata Via nazionale il postino recapita, inspiegabilmente, solo di sabato, nel centro cittadino i commercianti dell’Ascom – Confcommercio lamentano forti disagi del servizio delle Poste Italiane, al loro fianco nella protesta contro l’ente si affianca anche il primo cittadino.

Conncetivia voucher 2,5

I commercianti di categoria hanno organizzato una petizione contro il mal funzionamento del servizio. Una prima concreta risposta arriva da Poste Italiane per la risoluzione dei disagi del servizio postale sul territorio angrese dopo la petizione sottoscritta da 160 commercianti soci e non soci dell’Ascom. Venerdì scorso si è tenuto un incontro tra i commercianti iscritti all’Ascom – Confcommercio di Angri e la dottoressa Ilaria D’Ambrosio Responsabile di Poste Italiane al Comune di Angri.

Il Presidente Alberto Calò ha tenuto a sottolineare che ‹‹la petizione sottoscritta dai commercianti non vuole essere un atto contro i postini che, anche in condizioni meteorologiche sfavorevoli, svolgono il proprio lavoro con impegno e solerzia, ma è un documento con il quale si notifica una problematica relativa all’organizzazione centrale delle Poste Italiane››. A seguito di varie proposte, l’incontro si è concluso con l’impegno da parte della D’Ambrosio di trovare delle soluzioni nel breve termine in concertazione con i propri vertici.