Nocera Inferiore. Nota sulle condizioni del Vescovo

Nota del Vicario generale della Diocesi di Nocera Inferiore-Sarno, Mons. Mario Vassalluzzo, sullo stato di salute del Vescovo diocesano S.E. Rev.ma Mons. Gioacchino Illiano.

A nome di questa Diocesi rompo il silenzio che, di proposito, ho prudentemente osservato da lunedì 22 novembre nell’attesa che la situazione si evolvesse in meglio, riguardo al ricovero di S. E. Rev.ma il nostro vescovo, Mons. Gioacchino Illiano ed emetto il presente comunicato ufficiale sullo stato di salute del nostro amato e caro Pastore, ricoverato nella struttura ospedaliera “Umberto I” di Nocera Inferiore, reparto Neurologia, dove è filialmente assistito da alcuni nostri sacerdoti e suore. Il ricovero si era reso necessario per un accidente “cerebrovascolare di natura ischemica che ha interessato una ristretta area cerebrale in regione frontale sinistra” , per cui al momento si è di fronte ad uno stato di afasia. Le restanti funzioni neurologiche e le condizioni generali appaiono allo stato attuale soddisfacenti. Il decorso è in fase di lieve miglioramento, anche se il processo sarà lungo, ma con l’aiuto di un intervento anche fisioterapico, gradualmente si uscirà da questo momento di sofferenza per tutta la nostra Chiesa e per l’Agro tutto. Ringrazio a nome di tutti S. Em. il Sig. Cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo metropolita di Napoli e presidente della Conferenza episcopale campana che ci è vicino e con lui l’Arcivescovo metropolita di Salerno – Campagna – Acerno , S. E. Rev.ma Mons. Luigi Moretti, che ci è vicino con il suo paterno consiglio. Ringrazio inoltre l’Arcivescovo di Sant’Angelo dei Lombardi, S.E. Rev.ma Mons. Francesco Alfano, S.E. Rev.ma Mons. Gerardo Pierro, Vescovo emerito di Salerno e tanti sacerdoti e laici che hanno telefonato da più parti, assicurando la propria vicinanza.

Ringrazio, inoltre, S.E. Dott. Sabatino Marchione, Prefetto di Salerno e tutte le autorità civili e militari che si sono interessate allo stato di salute del nostro Pastore. Ringrazio la Direzione e l’equipe Medica, in primis il Primario del reparto neurologico, dott. Marco Fasolino, il personale paramedico e quanti si sono adoperati per assicurare al nostro vescovo tutte le cure richieste dal suo stato attuale. In unione di preghiera e di intenti, saluto tutti anche a nome del segretario del Collegio dei Consultori, don Antonio Guarracino, nonché degli officiali della Curia, amministrativa e pastorale, che con grande spirito di solidarietà e fraternità mi collaborano. Affidiamo a San Prisco, San Michele e Sant’Alfonso – nostri Santi Patroni – per intercessione di Maria, madre della Chiesa e madre nostra, affinché il nostro amato pastore esca al più presto dalla difficoltà in cui si trova, per far ritorno tra noi completamente guarito.
Mons. Mario Vassalluzzo Vicario generale