Provincia. Rottura tra UDC e Carpentieri?

Alla fine c’è stata la rottura. Mario Miano e Nunzio Carpentieri (foto) sono fuori dall’Udc. Il coordinamento provinciale redige un documento in cui si dichiara che i due assessori provinciali sono «fuori dalla linea politica del partito» per «grave inadempienza» e si precisa che «l’eventuale continuazione nel ruolo di assessori verrà effettuata ad esclusivo titolo personale ma con la netta distinzione ed opposizione dell’Udc».

Il documento è arrivato anche sul tavolo del segretario nazionale Cesa, del presidente regionale De Mita, agli stessi assessori, al presidente della Provincia, ai capigruppo di tutti i partiti e ai rappresentanti centristi nelle istituzioni campane. Tosti i centristi nei confronti dei due assessori, il partito definisce l’azione dei due pregna di «pervicaci e capziosi motivi a sostegno di privatistiche ragioni» pure di mantenere lo status di assessori.

Categorico il coordinatore Luigi Nocera sulla linea adottata dal partito decisa a respingere i due. se ne mette fuori. Scontato il possibile passo di Miano e Carpentieri verso il “Principe d’Arechi”. Con la benedizione di Cirielli che in poche settimane ha ricostruito l’invincibile armata IDC all’interno della sua maggioranza reclutando Arena e adesso sicuramente Carpentieri e Miano e forse anche l’intero gruppo assessoriale di Sarno. Operazione svuotamento Udc a pieno regime.