Nocera Inferiore. Elezioni. Dissenso a centro sinistra

Sul nome del prossimo candidato a sindaco del PD, e in generale del centro sinistra, pare addensarsi qualche perplessità. Il centro sinistra si spacca praticamente in due e pare che ci sia addirittura la possibilità che nasca una terza spaccatura. Il dissenso è catalizzato intorno al nome del commercialista Felice Ianniello fortemente sponsorizzato dal PD con il sostegno di Sinistra e Libertà e di IDV. A fare la fuga in avanti addirittura il segretario provinciale del PD Landolfi, che tenta di blindare il professionista. Il dissenso cresce anche nel partito di Bersani.

Una delle figure storiche del partito, Vincenzo Petrosino, sta incarnando il dissenso verso le scelte imposte e si dice, addirittura, pronto a lasciare il suo partito nel quale non si riconosce più, non condividendone la linea.

Le altre forze uliviste propongono, invece, la soluzione delle primarie cittadine per cercare un affidabile “competitor” contro la macchina da guerra messa in piedi dall’esponente del PDL Adriano Bellacosa (foto) che, con al sua compattezza, sembra macinare consensi ovunque sul territorio nocerino. Punta il dito contro il centro sinistra anche Manlio Torquato, l’esponente della civica “Nocera Civile” che non manca di invettive pubbliche contro il “teatrino del centro sinistra”. Al centro l’UDC resta ferma al palo con la candidatura di Costabile d’Agosto, in silenziosa attesa di qualche clamoroso evento.