Nocera Inferiore. Ianniello a Fosso Imperatore

Il candidato sindaco di Ncoera Inferiore, Felice Ianniello, accompagna nella loro visita a Fosso Imperatore Matteo Colaninno, deputato al Parlamento del Partito Democratico e componente della X Commissione Attività Produttive della Camera dei Deputati, gli on.li del Partito Democratico Guglielmo Vaccaro e Donato Pica ed i ragazzi dei GD. Matteo Colaninno, già Presidente Nazionale dei Giovani Imprenditori e Vice Presidente di Confindustria, attualmente componente della Direzione Nazionale del Partito Democratico, di cui è Responsabile per lo Sviluppo Industriale e la Finanza d'impresa, giungerà nella zona industriale di Fosso Imperatore a Nocera Inferiore venerdì, 28 gennaio 2011, alle ore 12, accompagnando i giovani che hanno aderito al percorso di formazione 360live!, organizzato dall'Associazione TrecentoSessanta Salerno.

Il percorso di formazione ha come obiettivo analizzare i problemi dei territori, capirne le cause e, infine, individuarne le soluzioni possibili. Come tale, il percorso si articola nella visita delle realtà di volta in volta analizzate e in un laboratorio in cui i ragazzi sono chiamati a dibattere sul tema assieme ad esperti autorevoli. Le proposte elaborate dai giovani, arricchite dagli esperti, sono poi affidate ai rappresentanti istituzionali, che ne diventano portavoce. La prima tappa del percorso di formazione 360live! si svolgerà venerdì prossimo proprio a Fosso Imperatore.

L'arrivo nella zona industriale di Nocera Inferiore degli on.li Colaninno, Vaccaro e Pica e dei giovani che hanno aderito all'iniziativa è prevista per le ore 12. La visita sarà preceduta da una conferenza stampa presso la sede dell'Associazione TrecentoSessanta a Salerno alle ore 10. Al termine, gli ospiti raggiungeranno in pullman Fosso Imperatore dove visiteranno alcune delle aziende della nostra realtà industriale. In tale occasione Felice Ianniello accompagnerà la delegazione contribuendo alla discussione sull'importanza del modello di sviluppo basato sull’esperienza della concertazione e sulla possibilità di rilanciare tale esperienza, rinnovandola, in un momento di crisi che richiede la massima coesione delle forze imprenditoriali e politiche.