Agro. Botti di fine anno. 10 feriti tra Scafati e Cava

Bollettino di guerra in occasione dei classici festeggiamenti di fine anno. I sanitari dei vari ospedali dell’agro hanno avuto una grande da fare con medicazioni e ricoveri in seguito al ferimento da fuochi d’artificio. Presso l’ospedale di Nocera Inferiore è stato medicato E. P., nato a Scafati il 1970, residente a Oliveto Citra (SA).

A Sarno tre i ricoveri. E.P. classe 1970 medicato per frattura 1° e 2° grado mano destra, giudicato guaribile in trenta giorni, ricoverato successivamente al reparto ortopedia. Anche un bambino di dieci anni è stato medicato presso il pronto soccorso A. A.. Al piccolo e stata riscontrata una ustione di 1° grado mano destra, giudicato guaribile in cinque giorni. Soccorso anche C. A., nato a Firenze il 1996, residente a Striano (NA), medicato per ustione di 1° grado viso ed occhi, giudicato guaribile in tre giorni, non ricoverato.

Tre i feriti giunti presso l’ospedale di Scafati: M. S., nato a Torre Annunziata (NA), il 1993, ivi residente, medicato per ferita al volto, giudicato guaribile in sette giorni, non ricoverato; B. El M., nato in Marocco il 1979, residente a Scafati, medicato per escoriazione 2° dito mano sinistra, giudicato guaribile in cinque giorni, non ricoverato; più grave le ferite per C. L., per un venticinquenne scafatese, medicato per amputazione falange V dito della mano sinistra, giudicato guaribile in venti giorni, non ricoverato.

Feriti arrivati anche presso l’ospedale di Pagani (SA): M. G., nato a Pagani, classe 1952, ivi residente, medicato per ferita orecchio sinistro, senza prognosi; S. A., nato a Pagani, classe 1973, ivi residente, medicato per ustione occhio destro, senza prognosi; C. V., nato a Scafati, classe1986, residente a Pagani, medicato per ferita al cuoio capelluto, senza prognosi.

L’ospedale di Cava dei Tireni registra un solo ferito: A. L., nato a Cava dei Tirreni, classe 1990, ivi residente, medicato per ustioni 1° e 2° grado mano sinistra, non ricoverato;