Pagani. La stampa commemora Mimmo Castellano

Si terrà lunedì 7 febbraio alle ore 18, presso il Circolo Unione di Pagani, il premio giornalistico “Mimmo Castellano”. La manifestazione, organizzata dall’Associazione della stampa della Valle del Sarno, con il patrocinio dell’Ordine dei giornalisti della Campania, intende onorare la memoria di Mimmo Castellano, già vicepresidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania e segretario generale aggiunto della Federazione Nazionale della Stampa Italiana. Castellano, nato a Napoli il 4 agosto del 1935 e scomparso il 16 giugno del 2008 a Castellammare di Stabia, ha rappresentato per anni la figura di giornalista esemplare nel campo dell’informazione, punto di riferimento costante per tanti giovani colleghi che si affacciavano alla professione, fautore di numerose battaglie sindacali vinte proprio grazie all’impegno e alla tenacia con cui amava affrontare i problemi della categoria. Il premio sarà riservato alla memoria di alcuni colleghi scomparsi recentemente, e a colleghi che, nel corso della loro carriera, si sono particolarmente distinti nel campo dell’informazione locale.

Conncetivia voucher 2,5

L’intento è quello di mettere in luce il lavoro spesso oscuro e non sempre gratificante di tanti operatori dell’informazione locale, i quali sovente si trovano ad operare in contesti e ambienti particolarmente difficili. Sarà conferito, inoltre, il Premio speciale alla carriera a un giornalista calabrese. Durante la serata sono previsti interventi musicali del Maestro Giulio Marazia, del mezzosoprano Giusy Luana Lombardi e del Maestro Espedito De Marino. Presenzieranno: il Presidente nazionale dell’Ordine dei giornalisti, Enzo Iacopino; il Presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli; e il presidente dell’Assostampa della Campania, Enzo Colimoro. Parteciperanno alla manifestazione: Carlo Verna, segretario nazionale dell’Usigrai; Gianfranco Coppola, vice segretario nazionale dell’Unione stampa sportiva italiana; Mimmo Falco, vice presidente dell’Ordine della Campania e diversi consiglieri nazionali dell’Ordine e della Federazione della Stampa Italiana.