Asl Salerno. De Simone possibile manager dell’azienda

Potrebbe creare una preoccupante crisi politica a livello regionale, la possibile nomina dell’attuale commissario dell’ASL Salerno Francesco De Simone a manager della stessa dopo che stesso figura nella lista dei manager aziendali composta dalla Regione Campania. Forte è il pressing di De Mita su Caldoro per la nomina dell’ex preside di facoltà di Farmacia dell’Università di Salerno, che ha tutti i requisiti curriculari per aspirare a succedere a se stesso.

Non la pensa così, però, il potente Presidente della Provincia di Salerno Edmondo Cirielli che da qualche mese, avallato dal gruppo salernitano al consiglio regionale, ha fortemente osteggiato la nomina, anche commissariale, di De Simone, “vittima” della guerra in atto in provincia tra Cirielli e de Mita. Caldoro è pressato da entrambi i politici per diverse e ovvie motivazioni. Intanto l’attuale sub commissario, con la terza proroga scaduta oggi, si appresta ad affrontare un intenso “tour de force” nei nosocomi e nei distretti sanitari salernitani, proprio mentre i sindacati della categoria hanno sciolto l’assemblea permanente, dopo due giorni di occupazione della sede dell’ASL Salerno, convocando un’assemblea dei 15 presidi sanitari per discutere della delibera aziendale che De Simone dovrebbe sottoscrivere.

Una delibera che autorizzerebbe lo scatto di anzianità delle fasce dei lavoratori. Intanto l’ospedale “Scarlato” di Scafati risulta essere in cima alla lista dei report dei reclami ospedalieri stilata dall’ex ASL Salerno 1. Ennesimo dato negativo per la chiacchierata struttura scafatese.