Angri. I cittadini si mobiltano per il distretto sanitario

Per salvaguardare l’importante presenza del Distretto sanitario di Base 61 dell’ASL Salerno, scrivono al commissario straordinario Francesco de Simone, al Direttore Responsabile del Distretto Sanitario e al Sindaco del Comune di Angri Pasquale Mauri. E’ un appello per il “diritto alla salute dei cittadini di Angri, Corbara, Sant’Egidio del Monte Albino e Scafati”. L’appello è sottoscritto da “ cittadini, utenti del Distretto sanitario di Base 61,che intendono porre all’attenzione i gravi disagi derivanti dalle pessime condizioni delle strutture dell’Azienda “ASL Salerno” nella sede di Angri.

Gli ambulatori per le visite mediche specialistiche e gli uffici del Distretto Sanitario 61, si fa presente nell’appello, sono situati ad Angri in ben cinque locali separati (tra via Semetelle e via di Giacomo), qualcuno fatiscente e tutti palesemente non idonei, si evidenzia la totale assenza dei servizi igienici per i non deambulanti, dei locali d’attesa, con grave disagio per gli utenti in coda al Centro prenotazioni o al centro vaccinale di via Semetelle, costretti a disporsi su di una scala o addirittura sul marciapiede antistante l’edificio; vi sono barriere architettoniche per gli accessi agli uffici e agli ambulatori siti ai primi piani; le condizioni dell’immobile di via Semetelle sono pessime, con presenza di pareti con intonaco in sfaldamento, deterioramento dell’asfalto sul lastrico solare, presenza di recessi umidi catalizzatori di blatte e altri insetti; senza norme di sicurezza gli impianti elettrico ed idraulico, obsoleti anche ad una superficiale ispezione. Le scale sono scivolose, infissi con parti marce, fili elettrici esposti.

Esternamente si riscontra una certa difficoltà di parcheggio nella zona per gli utenti e gli operatori accompagnata da una grave difficoltà logistica per gli utenti e il personale, costretti a spostarsi da uno stabile ad un altro o da un “appartamento” all’altro. Nello stesso appello si pone evidenza della disponibilità della nuova struttura di Via dei Goti messa a disposizione del Comune di Angri all’Azienda ASL – a parità di costo e con contratto di locazione già in essere -, una struttura che migliorerebbe tout court le condizioni del distretto. Luciano Verdoliva