Sarno. Raid notturni. Mancusi convoca un vertice

I predoni della notte continuano a fare razzia a Sarno. Ad essere preso di mira, sul finire dello scorso week end, è stata la chiesa di Sant’Alfonso ai Carresi. Ignoti hanno asportato oltre a due calci d’oro e vari monili ritenuti molto preziosi anche microfoni. Solo per una fortuita coincidenza non sono riusciti nell’intento di scassinare anche la cassaforte. Dopo il colpo i malintenzionati si sarebbero allontanati aprendo la porta d’ingresso con le chiavi trovate all’interno della chiesa. Nella ultime ore anche il primo cittadino Mancusi si è detto seriamente preoccupato per la recrudescenza, convocando un vertice al Comune con le forze dell'ordine. Intorno al tavolo il vicequestore aggiunto del commissariato, Giuseppina Sessa, il maresciallo dei carabinieri, Antonio Caso, e il comandante della polizia municipale, Vincenzo Mari.

Conncetivia voucher 2,5

Nemmeno con l'enorme sacrificio e l'impegno che le forze dell'ordine profondono per il controllo del territorio, la situazione desta seria preoccupazione. Gli ultimi episodi criminosi, la carenza di uomini delle forze dell’ordine e la mancanza di mezzi (una sola volante della polizia a controllare, nelle ore notturne, il territorio) hanno, convinto il sindaco Mancusi a trasmettere una nota formale al questore di Salerno, Antonio De Jesu.