Pompei. Una stanza per ricordare il martirio

Da oggi una stanza di Palazzo De Fusco è stata dedicata ai caduti pompeiani della Seconda Guerra Mondiale. La stanza che adduce alla più alta assemblea elettiva cittadina, l’aula consiliare, è stata dedicata ai cittadini pompeiani decorati di medaglie d’oro, d’argento e di bronzo al valor militare. Nella “stanza della memoria”, inoltre, sono visibili immagini dei martiri di via Nolana (eccidio perpetrato per rappresaglia dai nazifascisti la sera del 28 settembre 1943. Il giorno successivo Pompei veniva liberata dagli eserciti alleati), dei cittadini pompeiani deportati, medaglieri ed uniformi storiche.

L’ Amministrazione Comunale ed il Comitato cittadino per il 150mo dell’Unità di Italia, presieduto dall’Onorevole Antonio Rastrelli, stanno mettendo in atto tutte le possibili iniziative tendenti a sostenere appieno il messaggio socio-culturale, pregnante dei valori fondativi dell’unità nazionale. La manifestazione è iniziata alle 10 e 30 con il concerto della Fanfara dei Bersaglieri. Suggestiva ed emozionante è stata la sfilata dei militari in alta uniforme. In piazza Bartolo Longo un dispiegamento di mezzi militari ha fatto da scenario all'evento.

Commossi i familiari dei caduti ricordati nell'angolo della memoria hanno ringraziato il Sindaco Claudio D'Alessio e l'Amministrazione Comunale per aver ricordato il sacrificio dei loro cari. Il Sindaco Claudio D'Alessio: “L'angolo della memoria è stata creata per non dimenticare il dolore e gli orrori compiti in quegli anni e per ricordare, soprattutto, i nostri concittadini e le gesta che i nostri eroi, decorati di medaglie d’oro, d’argento e di bronzo al valor militare, hanno compiuto per unificare l’Italia”.