Scafati. Operazione anti clandestini

La Polizia Locale in sinergia con l’amministrazione comunale, nell’ambito dell’operazione ‘Scafati Sicura’, ha messo a segno un importante risultato collegato alle iniziative di controllo e monitoraggio del territorio condotte dal Comandante Alfredo D’Ambruoso e dai suoi uomini. Una settimana caratterizzata da una vasta operazione di controllo. Su disposizione del Sindaco Pasquale Aliberti, infatti, è iniziata una vera e propria opera di monitoraggio e controllo serrato del territorio, al fine di contrastare le illegalità diffuse, a partire dal fenomeno dell’immigrazione clandestina.

L’operazione denominata ‘Fire and Sword’ spiegata in una conferenza stampa questa mattina a Palazzo Meyer, è stata avviata in seguito ad una segnalazione anonima ai Vigili Urbani avvenuta la mattina del 12 aprile, avente ad oggetto la presenza di un laboratorio di sartoria con manodopera di origine cinese, presso via Poggiomarino, traversa Sorrentino. Da qui, è iniziata l’azione dei caschi bianchi, con gli appostamenti in borghese e la constatazione dall’esterno dell’edificio di rumori corrispondenti a macchine per cucire. In tarda serata, si è proceduto al controllo del manufatto che ha accertato l’attività di sartoria di ben 8 persone di nazionalità cinese, accompagnate ben presto presso la locale stazione di Polizia per gli accertamenti di rito. Contestualmente, veniva data comunicazione al P.M. di turno, Dottoressa Sabrina Serrelli.

Dalle disposizioni del magistrato è emerso l’arresto ai domiciliari del cinese titolare del laboratorio per la violazione dell’art. 12 comma 5 D.Lgs 286/98 (immigrazione clandestina), l’espulsione, su ordinanza del Prefetto di Salerno, di cinque cittadini cinesi sprovvisti di regolare permesso di soggiorno e il sequestro dell’immobile, messo a disposizione dell’A.G. di Nocera Inferiore. L’operazione ha visto impegnati circa 25 uomini della Polizia Municipale, tutt’ora in attività, ed è stata coordinata dal Procuratore, Dott.ssa Sabrina Serrelli. Controllati anche 150 extracomunitari, dei quali 20 fermati per ulteriori verifiche. 200 i veicoli controllati nell’ambito delle operazioni per il rispetto e il controllo alle norme dettate dal codice della strada.