Angri. Avanteatro omaggia Viviani e Di Giacomo

Un incontro immaginato tra due figure cardini del teatro napoletano del secolo passato. Gianluigi Esposito li ha immaginati insieme in un omaggio sincero ed originale alla poesia e alla musica di Salvatore Di Giacomo e Raffaele Viviani. “On Salvatò!…Rafè sto cca!” scritto ed interpretato proprio da Gianluigi Esposito è andato in decana nel complesso delle Officine Meccaniche Giulio Raiola rimembrando, attraverso la voce di straordinari interpreti, le canzoni classiche napoletane che, da secoli, accompagnano i momenti più lieti di ogni generazione. A prestare il fianco e soprattutto le sue caratteristiche canore Nora Ceratto, attrice e cantante ha fiancheggiato il direttore in un coinvolgente recital a due voci, un omaggio sentito nei confronti di due pilastri della tradizione artistica partenopea.

Un revivial sincero ed originale dedicato alla poesia e alla musica di Salvatore Di Giacomo e Raffaele Viviani. In scena, dunque, tutto il realismo di una Napoli che vuole evadere dalla crisi che ha caratterizzato la sua storia post-unitaria, dalla miseria dei fondaci e dalla sempre più diffusa etichetta di città in balìa della camorra e della malavita, una Napoli animata da grandi menti e da poliedriche personalità che, agli albori del nuovo secolo, denunciano, combattono e riscattano il proprio valore, soprattutto mediante la propria arte. Notevoli gli arrangiamenti musicali: alle orchestrazioni e alla chitarra Antonio Saturno, fondatore del gruppo Musae Cordis, nonché vincitore del Concorso Nazionale Giovani Musicisti “Giannina Arangi Lombardi” nel 2001, alla fisarmonica e piano, invece, l'ormai affermato ed altrettanto talentuoso Salvatore Torregrossa.

E se l'anziano signore seduto in terza fila, nel riascoltare le dolci melodie d'un tempo, guarda commosso la moglie seduta al suo fianco e le ripete dolcemente le parole della canzone, vuol dire che, ancora una volta, l'arte che muove e commuove, ad AvanTeatro ha trionfato. Ora la platea tutta attende quel caratterista unico che porta il nome di Nando Paone. Lui che ha recitato al fianco di Bud Spencer, fatto ridere e riflettere con le sue eccezionali caratterizzazioni al fianco di Salemme ne “L’amico del cuore” e divertito con il film campione d’incassi “Benvenuti al Sud” sarà apprezzato anche in “Se ci amiamo non ci estinguiamo”, commedia in due atti che coniuga perfettamente comicità e riflessione su alcuni dei temi più attuali della nostra società. Si ci prepara al grande evento i cui i biglietti in prevendita sono quasi esauriti.

Agro24Spot