Angri al centro dello sport per i giovanissimi

Angri. Al via nella Villa Comunale le “Mini Olimpiadi Città di Angri”. La manifestazione sportiva organizzata dall'amministrazione comunale. Un evento che coinvolgerà tutte le scuole del paese, elementari (i tre Circoli Didattici e gli Istituti Paritari delle Suore Battistine e Compassioniste) e medie (gli Istituti “L. Galvani”, “P. Opromolla”e “Don E. Smaldone”). Gli appuntamenti agonistici continueranno mercoledì 18 maggio con il calcetto alle ore 9:00 presso il campetto “90' Minuto” di via Crocifisso; con il ciclismo alle ore 9:30 presso il I Circolo di via Adriana; con il minibasket alle ore 10:00 presso il II Circolo di via L. Da Vinci e con il minivolley alle ore 10:00 presso l'Istituto Comprensivo “L. Galvani”. Giovedì 19 maggio sarà la volta del salto in alto alle ore 8:30 presso l'Istituto Paritario Suore Battistine; del tennis tavolo alle ore 9:00 presso il III Circolo e del minivolley alle ore 9:30 presso l'Istituto Comprensivo “L. Galvani”. Infine, venerdì 20 maggio nello Stadio Comunale “P. Novi” concluderanno la tre giorni sportiva il lancio del peso alle ore 9:00, la velocità 50 metri alle ore 9:30, la staffetta 4 x 50 alle ore 10:00 e la maratonina alle ore 10:30.

“Abbiamo voluto questa manifestazione per offrire ai giovani di Angri tanto divertimento ma soprattutto l'opportunità di mettersi alla prova nelle numerose attività sportive, sperimentando la sfida agonistica e il gioco di squadra – ha dichiarato l'Assessore al ramo Giacomo Sorrentino (foto). – Abbiamo lavorato tanto per individuare quelle soluzioni che consentissero di potenziare le strutture sportive e grazie alle opere di ristrutturazione e manutenzione oggi siamo orgogliosi di poterle utilizzare al meglio per le Mini Olimpiadi. Ma continua il nostro impegno affinché questa spinta propositiva e miglioratrice continui a dispiegare i suoi effetti positivi. Riconosciamo l'importanza dello sport nella crescita dei bambini sia per quanto concerne la dimensione fisica che quella sociale, ecco perché abbiamo pensato di regalare alle scuole elementari delle biciclette per favorire il gioco, lo svago e il movimento. Auspichiamo per questi giovani una vita sana, salutare e spensierata a dispetto della sedentarietà oggi purtroppo indotta da televisori e computer”.