Angri. Polemica sulla riqualificazione di Piazza Annunziata

E’ polemica sulla riqualificazione di Piazza Annunziata. Ad alimentare dubbi sul nuovo look della storica piazza cittadina, teatro negli anni di tanti eventi, e memoria storica dell’ultimo secolo, sono i militanti di Avanguardia Angri che non hanno gradito la claque creata intorno all’evento innaugurativo, dura la nota del gruppo politico giovanile: ‹‹ Due settimane fa, in pompa magna, il nostro Sindaco Pasquale Mauri, con al seguito i suoi fedelissimi vassalli, ha inaugurato una nuova striscia di asfalto: è Piazza Annunziata – si legge nella nota stampa -. Quella che il sindaco si è pregiato di inaugurare come un qualcosa di totalmente nuovo – continuano i giovani di Avanguardia -, non è nient’altro che la piazza preesistente alla quale sono stati effettuati dei semplici e secondo noi dovuti interventi di manutenzione ordinaria. Anche questa volta il sindaco non ha esitato a sprecare denaro pubblico e a gonfiare la propria immagine, con un evento, a nostro avviso spropositato ed inadeguato, e con la deposizione di una “lapide” con il suo nome, al pari del Beato A. Maria Fusco , del Santo di Pietrelcina e dei caduti del terremoto dell’ottanta››.

Gli stessi aderenti ad Avanguardia chiedono all’amministrazione comunale un ravvedimento sulla posa della targa, molto criticata anche dagli utenti di face book che la considerano un eccesso: ‹‹Chiediamo, anzi, esigiamo la rimozione di quella targa, che consideriamo offensiva nei confronti dei cittadini e dei monumenti presenti in Piazza›› dicono i giovani militanti che invitano il primo cittadino a ‹‹ concentrarsi meno sulla pubblicizzazione della propria immagine, e maggiormente sulla vivibilità della città: iniziando dall’abbattimento delle barriere architettoniche proprio della “nuova” Piazza Annunziata, dove le due rampe risultano essere di difficile accesso per le persone in carrozzina›› un altro punto dolente che non mancherà di alimentare nuove e immancabili polemiche.
Luciano Verdoliva