Salerno. Ausino cambio al vertice, entra Milite

Avvicendamento ai vertici dell’Ausino spa. Dopo quindici anni di presidenza lascia la carica Achille Mughini, a sempre vinco al PD. Al suo posto è stata nominata Matilde Milite, avvocato civilista quarantenne, espressione del centro destra, ricopre, infatti, la carica nel direttivo cavese del PDL. L’ultimo degli ultimi avamposti del centrosinistra è stato espugnato dallo zoccolo duro dei cirielliani.

L’avvicendamento porta la firma degli assessori provinciali Antonio Iannone e Antonio Russo, del sindaco di Cava Marco Galdi e di Luigi Napoli. Decisivo il voto contrario del comune di Amalfi che ha reso possibile il ribaltone condotto da Cava dei Tirreni. Un'altra casella riempita dal PDL targato Cirielli, che con i suoi uomini ha dato un altro duro colpo ai pezzi del potere deluchiano nel sottogoverno salernitano. Così dopo avere conquistato Asi, Cstp, Siis, Iacp e Consorzio delle farmacie, anche l'Ausino, retto da Achille Mughini, tra i fedelissimi di Vincenzo De Luca. Nell’assemblea in prima convocazione è stato eletto anche il consiglio d’amministrazione.

L’Ausino Servizi idrici integrati, divenuto Consorzio dal 2003, è una società per azioni a capitale interamente pubblico. I soci sono 21 comuni del salernitano e uno di Napoli. È concessionaria delle sorgenti ubicate nel Comune di Acerno e delle reti idriche adduttrici che alimentano i Comuni soci, monti Picentini, Costiera amalfitana, Cava, Salerno, Agro sarnese-nocerino, Bassa e alta valle dell’Irno.