Scafati. Sanità. La difesa del personale dello “Scarlato”

Passano al contrattacco il personale dello “Scarlato” di Scafati. Lo fanno senza mezze misure ‹‹In riferimento alle tristi vicende che hanno interessato l’Ospedale M. Scarlato di Scafati (SA) in seguito al doloroso decesso della signora FMR – si lege nella nota stampa – , pur addolorati profondamente e senza dichiarazioni auto assolutorie, spettando ad altri tale valutazione – continuano i medici del presidio – , i Sanitari ed il Personale del Comparto del suddetto nosocomio lamentano i gravissimi toni diffamatori usati da molti giornalisti ed alcuni conduttori di talk-show televisivi. E’ stato perseguito cinicamente il sensazionalismo ed il giudizio sommario››.

Puntano il dito accusatore anche contro ‹‹un Prete che si è auto nominato “ente morale”››. Un’accusa che certo non mancherà di scatenare nuove polemiche. ‹‹ Di fatto – conclude la nota – l’Ospedale è stato chiuso “ad horas”, ma gli Operatori ribadiscono con indignazione che nessuno, compreso chi ha deciso di far coincidere l’ispezione dei NAS con un evento tragico, è autorizzato ad esprimere o far intendere giudizi di colpevolezza secondo una logica che non appartiene a Professionisti che hanno sempre operato ed operano con sacrificio, competenza ed alto profilo etico e consentito che le inadeguatezze strutturali segnalate non abbiano mai costituito un pericolo per l’utenza. Si riservano, altresì, di tutelarsi in ogni sede di competenza››.