Turismo. Nuovi sbocchi per Pompei e Castellammare

Il turismo campano cerca una sua precisa identità anche sotto il profilo organizzativo. A Pompei sono in fase di studio una serie di misure migliorative per rendere più accessibile la città mariana. I tecnici di Palazzo de Fusco stanno studiando la possibilità di istituire una zona a traffico limitato per bus turistici, che potranno compiere soltanto un preciso itinerario obbligatorio tra le strade cittadine, già precedentemente l’amministrazione comunale ha proposto di istituire un pedaggio di 50 euro per l’ingresso dei pullman turistici in città. Il progetto di fattibilità è al vaglio dell’ufficio tecnico comunale. L’obiettivo è quello di “liberare” le strade cittadine dal transito dei pullman, attraverso una sostanziale modifica del piano traffico, riducendo il congestionamento stradale ed i picchi di traffico, di inquinamento, incidentalità e altri fattori critici che attanagliano la città di Pompei, Patrimonio dell’Umanità. Da queste considerazioni la decisione di rivedere e aggiornare il Piano traffico del 2004 (approvato dall’allora Commissione Straordinaria).

A Castellammare di Stabia, intanto, è approdata, nel porto, la nave da crociera “Vistamar” dell’omonima compagnia, proveniente da Stromboli e diretta a Olbia. L’approdo della nave con 140 persone di equipaggio e 300 passeggeri, per lo più di nazionalità francese e tedesca, apre la stagione degli approdi turistici in città. Un obiettivo fortemente voluto dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Luigi Bobbio. Per l’occasione, i turisti sono stati accolti con una speciale degustazione di acqua e prodotti tipici stabiesi e napoletani offerti dal Comune di Castellammare, Terme di Stabia, Ascom, Istituto alberghiero Ipssar e Azienda di cura soggiorno e turismo. Il prossimo 2 giugno, è atteso l’approdo della super-nave da crociera Aida Bella”.