Sarno. Gori. Bolletta pazza da 50mila euro ad un anziano

Certo che chi ha ancora qualche perplessità se andare o meno alle urne domenica e lunedì prossimo per esprimersi sulla privatizzazione dell’acqua pubblica dopo avere letto della disavventura capitata ad un anziano pensionato di Sarno ci penserà attentamente e forse si esprimerà consapevolmente. Il fatto è avvenuto a Sarno dove la Gori Spa che gestisce il servizio idrico integrato in città ha fatto recapitare all’anziano un bolletta di ben 46.869 euro di consumo idrico. A darne notizie il quotidiano “La Città” di Salerno.

Secondo la Gori l’anziano avrebbe consumato al 2004 al 2010 circa cinquantamila metri cubi di acqua, in una casa normale senza piscina ne giardino, con una semplice utenza domestica. L’anziano avvisato come tanti con un sollecito che vale anche come messa in mora, dalla Gori,ha trenta giorni di tempo per regolare i conti. Ma il fatto più ricorrente, come nel caso, e che da attenta verifica della stessa Gori risulta che l’utenza di riferimento non esiste nei fatti e quindi non si può procedere alla lettura. Il misuratore esiste solo, con dubbi legali, solo burocraticamente e non materialmente, nel caso di molti non esiste nemmeno un regolare contratto con la Gori che si basa su dati forniti in maniera forzata dai comuni. Casi che dimostrano la difficoltà di rapporti tra l’utenza e la società che gestisce in regime di monopolio (privato) il servizio idrico nell’ambito dell’area Ato3 sarnese.