Pagani. Ancora nessuna decisione sul futuro politico

Nessun accenno di dimissioni dopo la bufera che ha portato in carcere l’ex sindaco di Pagani Alberico Gambino e altre sei persone. Il consiglio comunale di ieri era la prova decisiva per pesare anche la resistenza della maggioranza ma anche la pressione sull’assise cittadina delle minoranze. Nulla di fatto ognuno resta al proprio posto.

Dimissioni che potrebbero essere presentate in qualunque momento. Tutti sono sembrati concordi sulla necessità di fare arrivare nella città liguorina la “commissione d’accesso”. Durante i lavori è stato surrogato Giuseppe Santilli finito in manette insieme a Gambino, e sostituito da Enzo Pepe. Mentre il facente funzione Fabio Petrelli auspica l’arrivo di una commissione d’accesso per acclarare l’eventuale longa manus della camorra sull’amministrazione comunale, i bottoniani auspicano, invece come segnale forte le dimissioni di massa.