Pagani. Arresto Gambino. Le prime reazioni politiche

Non tardano ad arrivare, seppure i maniera contrastanti, le reazioni sul clamoroso arresto di Alberico Gambino, il consigliere regionale del PDL ed ex sindaco di Pagani, finito alla sbarra, prelevato dai Carabinieri del nucleo provinciale di Salerno, poco dopo le ore 4,00 di stanotte insieme con altre sei persone. Da Palazzo San Carlo, sede del comune, è stato diramato un comunicato stampa contiene le parole del sindaco facente funzione Fabio Petrelli, che secondo alcuni potrebbe essere il vero successore di Gambino alla guida della città: ‹‹Sono pienamente convinto che l’Onorevole Alberico Gambino dimostrerà, in ogni sede, la sua totale estraneità ai fatti. Credo nella giustizia e confido nel lavoro degli inquirenti, sicuro che, alla fine, tutto si risolverà per lui nel migliore dei modi. Al mio amico Alberico dico di tenere duro e di non mollare. Noi tutti gli siamo vicini perché conosciamo la sua integrità, la sua onestà, la sua trasparenza. Infine, desidero esprimere la mia solidarietà agli esponenti dell’amministrazione coinvolti nell’operazione, confidando nel loro operato e nella loro onestà››.

Nelle redazioni arriva anche il comunicato stampa del PD salernitano, dai toni accesi: ‹‹L'arresto di Alberico Gambino, Consigliere Regionale del Pdl, – si legge nel comunicato -, dirigente provinciale del suo Partito ed ex Sindaco di Pagani, conferma quanto da tempo andiamo affermando. C'è un'assoluta contiguità fra il Pdl regionale e la criminalità organizzata della Campania. Siamo a livelli che la nostra terra non ha conosciuto nemmeno trent’anni fa’. Caserta e Cosentino, Gambino a Salerno, Cesaro a Napoli sono l'espressione di una questione che non è più, evidentemente, solo "morale" e, quindi, "politica" e "democratica", ma è "criminale". Hanno fatto entrare la camorra nelle Istituzioni dai portoni principali, hanno violato qualsiasi principio di decoro, di dignità e di rispetto, offendendo un'intera comunità regionale. Cosa diranno ora Alfano e il "tenero" Caldoro? Cosa dirà Cirielli sulle accuse di un possibile sistema che vede i citati esponenti del Pdl coinvolti in tali vicende?››. Ora si attendono prese di posizioni anche da Palazzo Sant’Agostino. L’attenzione è puntata sul presidente della provincia Edmondo Cirielli, da sempre vicino ad Alberico Gambino.