Sarno. Tra Politica e bilancio scoppia la crisi

Bilancio e crisi nella maggioranza arroventano il clima politico nella città dei Sarrastri. Implosione nel centro destra. Termometro di questa crisi politica la nascita del movimento civico “Sarno rinasce libera”, un movimento che pesca soprattutto nell’ala dissenziente del Pdl e dell’amministrazione Mancusi avviata ad una fase di stallo per le rotture interne e la complicata relazione con l’UDC. Il movimento conta molti candidati del Pdl alle scorse elezioni che, malgaro la buona affermazione, non furono eletti nel civico consesso cittadino. Non si esclude anche un massiccio reclutamento tra le forse consiliari. Il nuovo soggetto punta il dito accusatore contro l’attuale vertice amministrativo cittadino, incolpato di isolazionismo e fallimento. Viene sferrato un duro colpo anche alla politica tributaria dell’ente che, secondo il movimento ,non perde occasione di mettere le mani nelle tasche dei cittadini.

E proprio in tema di politica tributaria che arriva un nuovo parere negativo del Ragioniere comunale agli emendamenti del Pdl allo schema di bilancio preventivo adottato dall’esecutivo di Amilcare Mancusi. Dopo la prima stesura, precedentemente bocciata, anche i nuovi emendamenti non superano il vaglio del parere contabile. Ora sarà il Consiglio comunale a pronunciarsi, ma, con un parere contrario degli uffici, diventa difficile per il civico consesso farli passare in aula. Lo strumento finanziario per il 2011, adottato dalla Giunta in solitudine, non ha minimamente tenuto conto dei gruppi consiliari che mirano modificarlo in aula per recuperare gli indirizzi negati dal primo cittadino.

Una vera forzatura con ripercussioni istituzionali per il sindaco Mancusi, che si è isolato da Pdl e Udc. Gli indirizzi del Pdl danno chiare indicazioni sull’esternalizzazione dei servizi comunali con la nascita di società partecipate. Il Pdl aspira alla creazione di un consorzio per la gestione del mercato ortofrutticolo, la gestione esterna dei servizi cimiteriali, delle affissioni, della manutenzione delle strade e del verde pubblico, della manutenzione agli immobili comunali e delle progettazioni per i lavori pubblici; la nascita di una fondazione culturale. Ambiti sicuramente di contesa.