Angri. Troppi TIR e poco controllo in Via delle Fontane

Il manto stradale è stato lasciato in pessime condizioni dalla ditta esecutrice, dopo i lavori di collettamento fognario del gennaio 2009. Condizioni che sono diventante ancor più critiche per il continuo transito di grossi automezzi, che imboccano entrambi i versanti del ponte, off limits dal 2005 proprio ai grossi mezzi, usato come “scorciatoia” a un giro più lungo, dai camionisti. Commercianti e residenti sono unanimi nel sollecitare una risoluzione veloce al problema che sta creando anche seri problemi strutturali agli edifici ai margini del nastro d’asfalto. I residenti e i commercianti registrano danni alle cose, crepe nei muri e forti sollecitazioni del suolo soprattutto di notte, quando i grossi automezzi imboccano a velocità sostenuta il ponte di Via delle Fontane. In Via delle Fontane molto si sentono traditi ed etichettati cittadini di serie B. Lamentano scarsa attenzione per la trafficata arteria che congiunge le due estremità del paese e collega la strada Provinciale con la Statale 18. Nonostante l’off limits i camion continuano a transitare indisturbati sul ponte, che manifesta da anni seri problemi strutturali. Sono soprattutto le lesioni riscontrate nei muri delle abitazioni che testimoniano il passaggio degli enormi automezzi, fuori da ogni possibile controllo. Una situazione diventata ingestibile anche per lo sparuto comando dei caschi bianchi, costretti a continui piantonamenti e pattugliamenti della zona, tra l’insofferenza.

‹‹Devo continuamente combattere nel mio negozio con la merce in esposizione che cade in continuazione dagli scaffali – dice Domenico del Ferro, esercente della zona – ho dovuto impegnare un operaio appositamente per rimettere in ordine, dalla mattina alla sera, la merce che cade dagli espiatori. Qui si balla continuamente, balliamo, balliamo… senza musica – aggiunge con una punta di ironia – anche gli abitanti soprastante la mia attività si lamentano del disagio che abbiamo già manifestato››. A tentare una difficile ma possibile mediazione tra gli abitanti e i commercianti di Via delle Fontane con l’amministrazione comunale è il conosciuto esercente Emilio Orlando, che da anni segue la vicenda legata alla messa in sicurezza del chiacchierato ponte e alla viabilità nella zona.

Orlando si dice possibilista su una soluzione del problema a breve tempo: ‹‹Effettivamente i disagi ci sono da moltissimo tempo, ma garantisco di avere avuto contatti direttamente con il sindaco Pasquale Mauri che mi ha rassicurato che entro ottobre metterà in sicurezza la strada, realizzando anche i marciapiedi su entrambi i lati della strada. Purtroppo – dice Orlando – questi disagi non dipendono dall’amministrazione comunale, ma sono da imputare alla ditta che ha realizzato i lavori per la realizzazione del tratto della rete fognaria. Era compito loro asfaltare e ripristinare allo stato originario questo tratto di strada. Un lavoro compiuto a metà››.
Luciano Verdoliva