Angri – S.Egidio. Chi controlla i divieti in via Quarto?

Praticamente in qualunque ora del giorno e della notte le case sussultano al passaggio dei mezzi pesanti, la zona è off limits delimitata da un vistoso divieto di transito posto all’imbocco di Via Pisacane – Via Quarto. Ora i residenti della zona sono sul piede di guerra. Una zona tra Via Pisacane a Sant’Egidio del Monte Albino e Via Quarto II, linea di confine con Angri. E’ proprio Via Pisacane, da alcuni anni è interdetta al traffico pesante per una serie di controversie tra i cittadini e l’amministrazione comunale. Il passaggio dei grossi automezzi nella strada realizzata durante il sindacato di Roberto Marrazzo ha creato serie problemi alle strutture abitative, si registrano lesioni varie anche nella vicina Traversa Via Quarto I. Gli abitanti, oltre al continuo rumore degli automezzi, lamentano anche vistose lesioni ai solai e ai muri portanti delle abitazioni.

Una situazione che nel tempo va progressivamente peggiorando, costringendo gran parte dei residenti ad aprire controversie contro l’amministrazione di Piazza Municipio guidata dall’indaffarato primo cittadino e assessore provinciale Nunzio Carpentieri. Il comune aveva provveduto, immediatamente, a vietare il transito ai mezzi pesanti, che tuttavia, per l’assenza di controlli, hanno continuato a ignorare il divieto, bypassando la trafficata Via Nazionale, senso obbligato ma ignorato dai camionisti che trovano nella stretta stradina del comune egidiese una comoda quanto mai provvidenziale scorciatoia. Una situazione resa incandescente anche dalla scarsa segnalazione nel tratto tra Via Pisacane e la traversa Via Quarto II, dove non viene indicato in modo visibile, agli automobilisti che vi è un tratto a doppio senso, con senso di precedenza verso la traversa Via Quarto II e già teatro di numerosi incidenti.

Anche i cittadini angresi hanno sollevato la questione con l’amministrazione Mauri, ma per il momento entrambi i primi cittadini non hanno risposto alle istanze dei residenti dei due comuni costretti a convivere anche con le continue vessazioni degli autotrasportatori che restano impunti dai due corpi di polizia locale. Una situazione diventata insostenibile negli ultimi quaranta giorni con il continuo transito di autotreni, che negli scorsi anni venivano fermati all’ingresso della zona “off limits” dagli ausiliari del traffico stagionali della provincia, quest’anno assenza pesante, nonostante nella giunta provinciale, figuri il primo cittadino di Sant’Egidio, Nunzio Carpentieri. Dopo le proteste veementi degli residenti di Via delle Fontane ad Angri, ora anche a valle della Statale 18 i cittadini chiedono maggiore considerazione e interventi celere per limitare i disagi e aumentare il grado di vivibilità di una zona che merita maggiore attenzione da parte della politica locale dei due comuni.
Luciano Verdoliva