Angri. AVIS. Domenica in città la “Festa del donatore”

Il prossimo 6 novembre l’AVIS di Angri celebrerà la quarta “Festa del Donatore”. La delegazione locale nata nel 1994 per iniziativa di un volenteroso e nutrito gruppo di volontari, ha sede attuale in Via Madonne delle Grazie, in un appartamento confiscato alla camorra e messo a disposizione dall’Amministrazione Comunale nel 2000; fino a quella data l’Associazione aveva usufruito della sede di ANGRI ’80. E’ convenzionata sia con il Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Salerno che con quello dell’ Ospedale di Nocera Inferiore, con cui ogni mese vengono organizzate in sede almeno due donazioni. Inoltre vengono periodicamente effettuate anche delle donazioni esterne presso le Scuole Medie Superiori, i Comuni limitrofi più piccoli, la Guardia di Finanza di Scafati.

L’AVIS Angri è stata la prima sezione a costituirsi nell’Agro ed ha il grande merito di aver, tra l’altro, lavorato con tenacia ed impegno per promuovere la nascita delle sezioni di Sarno, Nocera Inferiore, Scafati e per far sì che nascesse l’AVIS comprensoriale. I dati delle donazioni annualmente raccolte sono eccezionali e dimostrano in modo oggettivo la determinazione e la tenacia con cui i volontari angresi hanno portato e portano avanti il loro impegno: “ Questi importanti e permanenti risultati positivi – ci dice il Presidente, Giovanni Esposito – sono il frutto di un armonico lavoro di squadra, a cui da sempre contribuiscono con la loro sensibilità imprenditori e commercianti angresi. La festa di quest’anno sarà anche il suggello del gemellaggio con l’AVIS di Anzio -Nettuno. Hanno assicurato la presenza all’evento quasi tutte le AVIS della Campania. Un dato statistico sui donatori: ad Angri circa il 65 % di coloro che donano ha un’età inferiore ai 30 anni.