Nocera Inferiore. Flussi di denaro al comune. Dipendenti in rivolta

I fondi dell’erario destinati al comune di Nocera Inferiore potrebbero essere soggetti di “ipoteca” ancora prima di entrare nelle casse dell’ente . La comunicazione dell’arrivo del flusso di denaro, confermata dalle fonti ufficiali, ha fatto immediatamente mobilitare i dipendenti comunali che avanzano arretrati. I 2 milioni e 200 mila euro potrebbero non bastare per ripianare i debiti e quindi potrebbero non soddisfare le liquidazioni dei salari accessori dei dipendenti comunali, quelli che non possono esimersi dalla reperibilità, ma forse insufficiente anche per coprire gli stipendi degli operai della Seta e della Multiservizi.

Le voci del credito riguardano solo l’anno contabile 2010. Ci sono da liquidare anche i buoni pasto, gli straordinari elettorali e la reperibilità notturna per la Polizia Locale. Il dubbio dei dipendenti comunali è che il commissario straordinario Mattei possa cedere alle pressioni dei creditori esterni. Mattei ha, comunque, dato precise garanzie in base all’accordo sindacale siglato lo scorso agosto tra le parti.