Pagani. Il Polo Oncologico attivo entro sei mesi

Entro i prossimi sei mesi il Polo Oncologico entrerà in funzione a pieno regime. Questo quanto emerge dalla presentazione del cronoprogramma presentato dal commissario dell’ASL Salerno, Maurizio Bortoletti, che però sembra non convincere in fondo i sindacati, che manifestano “perplessità” sui tempi di attuazione, che corrispondono anche alla concomitanza elettorale in città. Ma il Polo dovrebbe decollare facendo diventare il “Tortora” un punto di eccellenza, garantendo la presa in carico globale del paziente con cancro, dall’inizio del percorso diagnostico e terapeutico, con un coordinamento unico di assistenza e cure oncologiche ospedaliere integrato con la rete territoriale.

Il Polo garantirà al paziente un percorso clinico completo: dalla prevenzione, alla diagnostica, alla cura medica, chirurgica e follow – up in rete con servizi distrettuali. Al polo dovrebbero essere accorpate anche l’Oncologia guidata dal dottore d’Arco e la Gastroenterologia del dottore Enzo Gallo, che completeranno il polo con la Chirurgia Oncologica guidata dal dottore Giordano e la dermatologia guidata dal dottore Georgiano. Previste anche molte tecnologie innovative, dalla TAC alla centrale UFA per la preparazione dei farmaci in sede. Infine medici internisti garantiranno consulenze mediche e cardiologiche a tutti i pazienti.