Sarno. Operai pronti allo sciopero del “rubinetto”

Gli operai della stazione di sollevamento per l’erogazione idrica di Lavorate sono pronti ad incrociare le braccia e a protestare contro la Regione Campania per la mancata corresponsione delle mensilità lavorative. Gli operai che fanno parte delle ditte incaricate della manutenzione fornitura dei servizi all’acquedotto, a loro volta non hanno ancora ricevuto le spettanze proprio dall’ente regionale.

Dopo gli operai del depuratore di Nocera Superiore, ad incrociare le braccia per gli stessi motivi anche quelli di Sarno – Lavorate. Gli operai sono pronti anche ad eclatanti forme di proteste, come la diminuzione del flusso di acqua nella rete, con possibili gravi ripercussioni sull’intera distribuzione della provincia di Salerno.