Nocera Inferiore. La Corte dei Conti promuove l’ASL Salerno

La Corte dei Conti promuove il percorso di risanamento della mega ASL Salerno. A promuovere il bilancio dell’azienda sanitaria locale Salerno è stato il procuratore regionale della magistratura contabile Tommaso Cottone che ha tracciato un bilancio dell'attività del 2011. La politica di controllo attuata dall’ ASL di Salerno, ha portato a notevoli risparmi. Secondo Cottone L’ASL “In poco tempo e senza contrazione di servizi”, ha dimostrato “che con un’oculata e trasparente dirigenza sono possibili gestioni più virtuose”.

Cottone aggiunge che “la gestione caratteristica negativa per 51 milioni di euro nel I trimestre 2011 si è chiusa con 18 milioni in attivo (portando, così, il dato annuale a meno 33 milioni di euro”, dati che sarebbero confrorati proprio dalla mancata contrazione di servizi, se si esclude la già prevista riconversione del presidio ospedaliero di Scafati , prevista dal decreto regionale numero 49, per il quale sono oggi in corso lavori per di riqualificazione per centinaia di migliaia di euro, per la realizzazione di nuovi reparti di lungo degenza.