Salerno. Iannone interviene sulla questione province

“Cinque miliardi di euro risparmiati, grazie al riordino degli uffici periferici dello Stato derivante dall'istituzione delle città metropolitane, la razionalizzazione delle Province, il riordino dell'amministrazione periferica dello Stato e degli enti strumentali”. E' quanto comunica, Antonio Iannone, vicepresidente dell'UPI Campania e vicepresidente della Provincia di Salerno, commentando la proposta di legge dell'Unione delle Province d'Italia alternativa a quella approvata con il decreto “Salva Italia”.

“Si tratta – continua – di una proposta innovativa e concreta che, se accolta, comporterebbe un risparmio significativo per le casse dello Stato, poiché le città metropolitane sarebbero chiamate ad esercitare tutte le funzioni che attualmente svolgono le Province e quelle di ambito metropolitano del Comune capoluogo”. “In definitiva- conclude – tale proposta di legge che rappresenta un'alternativa alle norme sulle Province previste dal decreto Salva Italia, comporterebbe il superamento delle disposizioni che finora hanno rallentato il percorso per l'istituzione delle città metropolitane”.