Scafati. A rischio la refezione scolastica

Nuovi ritardi sui pagamenti e la ditta vincitrice del servizio di refezione scolastica minaccia di sospendere i pasti agli oltre 400 alunni delle scuole primarie e dell’infanzia scafatesi. L’Ep, azienda romana, che nel 2010 si è aggiudicata il controverso l’appalto di 2 milioni e 580 mila euro, chiede che venga versata, almeno, la prima tranche di pagamento, pena la sospensione del servizio di refezione.

Un aut aut che ha subito messo in allarme i genitori, proprio mentre a Palazzo Meyer un incontro tra l’ufficio scuola e la ditta evitava la sospensione, almeno per il momento, del servizio di refezione. L’ente si sarebbe impegnato a dare priorità alla determina di pagamento, in modo tale da permettere all’azienda romana, quando ci sarà disponibilità in cassa della somma iniziale, di riscuotere il dovuto.