Angri. Negato il cambio d’uso, società sportiva ricorre al TAR

Una nota società sportiva di via Dei Goti ad Angri porta il Comune in tribunale, dopo il no dell'ente al parziale cambio di destinazione d’uso di un impianto sportivo polivalente. Con delibera di giunta comunale n. 80/2012 l'ente di Piazza Crocifisso si costituisce in ricorso dinanzi al Tar Salerno proposto dalla società, ed affida il mandato all'avvocato Antonio Pentangelo, legale del Comune di Angri, anche per la chiamata di terzi in causa, e per ogni attività necessaria in ogni fase e grado del procedimento. La proposta di deliberazione per la costituzione del comune è stata firmata dall’assessore al contenzioso Salvatore Giordano e dal responsabile U.O.C. avvocatura civica Antonio Pentangelo.

Secondo l’amministrazione comunale, il ricorso proposto dalla società appare infondato, e per questo motivo dispone la costituzione in giudizio per la difesa e tutela dei propri interessi. L'affare giudiziario nasce dalla decisione della società di chiedere al Tar l’annullamento del provvedimento, stilato dal responsabile dell’U.O.C. promozione, sviluppo e gestione territoriale, per mezzo del quale Palazzo di città ha negato il rilascio dell'assenso edilizio (di cui alla pratica edilizia n. 87/2011) finalizzato al mutamento di destinazione d'uso di una parte del complesso destinato ad impianto sportivo polivalente ed a punto di ristoro in località Satriano nella città angrese. La società chiede anche l'annullamento della nota del responsabile comunale con la quale sono stati comunicati i motivi ostativi al rilascio del citato assenso edilizio, nonché gli altri atti collegati e consequenziali. Ora restano da capire i motivi per i quali il comune ha negato la modifica di destinazione d'uso alla società relativamente all'impianto sportivo polivalente.