Pagani. Processo Gambino. Nuove accuse dei testimoni

Riprende corpo il quadro accusatorio messo a punto dalla la Dda salernitana, nel corso del processo Linea d’Ombra, contro l’ex sindaco di Pagani, Alberico Gambino, e 10 coimputati. Sul banco dei testi Giulio Ammendola e Roberto Brandini, chiamati dall’accusa, il primo ex gestore del supermercato, mentre il secondo è dirigente della società Pack 2000 incaricato di seguire tutto l’iter procedimentale di apertura e di ampliamento del centro commerciale Pegaso. Proprio i due dirigenti hanno confermato, in toto, le circostanze già messe a verbale a maggio scorso.

Dai conflitti con l’amministrazione comunale alle pressioni e alle imposizioni da parte dell’ex sindaco Gambino che avrebbe chiesto assunzioni al Pegaso. I due hanno sottolineato le minacce esplicite di chiusura del Centro Commerciale se non fosse stato ritirato il ricorso presentato contro il Comune di Pagani relativo alla tassa per la nettezza urbana dell’attività commerciale di via De Gasperi. Ma i due hanno anche parlato delle richieste di sponsorizzazione della Paganese.