Pagani. I lavoratori del Consorzio di Bacino in agitazione.

Momenti di tensione a Palazzo San Carlo dove si sta tenendo l’incontro tra i tre commissari prefettizi e i vertici del Consorzio di Bacino Salerno 1 per raggiungere un’intesa, anche se momentanea, sulla difficile situazione dei lavoratori che non hanno ancora percepito lo stipendio relativo al mese di marzo. Si tenterà una mediazione soprattutto per ripulire le strade in vista dell’attesa festa ella Madonna delle Galline prevista per domenica prossima. I lavoratori hanno deciso di riunirsi in assemblea presso la sede consortile di Cava de Tirreni, proprio mentre il commissario straordinario Siani avrebbe oggettivamente annunciato le difficoltà a pagare le spettanze per i prossimi quattro mesi.

Parole che hanno immeditamente mobilitato anche i lavoratori degli altri cantieri, che proseguono la protesta. In queste ore in Prefettura i sindaci di alcuni comuni serviti dal Bacino Salerno 1: Corbara, San Marzano, Nocera Superiore e Sant’Egidio del Monte Albino tenteranno di aprire un tavolo di discussione su una situazione che si presenta di somma gravità, visto l’enorme debito accumulato proprio dal comune di Pagani e da altri enti che devono al Bacino somme cospicue e necessarie per il prosieguo delle attività di raccolta dei rifiuti.