Angri. Povertà. Raccolta per i bambini del Burkina Faso

Angri si mobilita per un’altra benefica gara di solidarietà. Una Raccolta fondi per l'Orfanotrofio del villaggio di Sissin – Burkina Faso. Domenica 27 maggio 2012, in occasione dell’iniziativa promossa da “Un altro mondo è possibile”, che si svolgerà nella Villa Comunale di Angri dalle ore 9,30, con intrattenimenti per i bambini, musica e iniziative di volontariato, sarà inaugurata la Sede campana di BnD, per l’occasione sarà presentato anche il resoconto della raccolta di fondi per il progetto dell’orfanotrofio. Collaborano all’iniziativa: Bambini nel Deserto, ’O Pingolo, Le Voci, Agesci, Amnesty International, Officina delle Idee, Nuova Officina, Angri Boys, Vivo4114, Bottega equo e solidale, ASI, Climbing 4×4 club- Campania in Fuoristrada, centro sociale ex-Macello. In Burkina Faso la cultura dominante ha mantenuto e mantiene ancora i bambini orfani in condizioni molto difficili di sviluppo ed emancipazione.

I pregiudizi e le discriminazioni relegano questi bambini a livelli di grande arretratezza sul piano scolastico, sociale ed educativo. Essi, avendo perduto la possibilità di andare a scuola, non credono più in un possibile futuro di riscatto socio-culturale. Per questa ragione occorre incoraggiare i bambini più svantaggiati, sfortunati, orfani, abbandonati e marginalizzati, a mettere in risalto le loro capacità fisiche, morali e intellettuali, togliendoli dalla strada con tutte le sue forme di sfruttamento e delinquenza minorile. Il centro, attraverso il sostegno dei donatori, consente la frequenza dei bambini ai corsi scolastici e dà loro la possibilità di trovare un luogo dove mangiare e dormire; svolge anche un importante ruolo sociale, ponendo un limite al diffuso fenomeno del lavoro minorile, dello sfruttamento giovanile, del degrado sociale e morale che sfocia inevitabilmente nella vita di strada, con relative forme di “schiavismo”. Il centro, oltre a rispondere alle esigenze primarie, consente una scolarizzazione di base e l’educazione morale, sociale, civile e culturale dei ragazzi orfani e diseredati, che non avrebbero altra alternativa che la strada.

I primi due degli otto obiettivi del millennio sottoscritti nel 2000 dai 189 stati membri delle Nazioni Unite, dicono espressamente che entro il 2015 dovremmo eliminare la povertà estrema e la fame e raggiungere l'istruzione primaria universale. BnD vuole dare un contributo affinché questo risultato venga perseguito. La frequenza al centro di formazione, oltre a dare un’istruzione primaria di base che potrà promuovere uno sviluppo culturale ed economico, garantisce ai bambini diseredati un luogo in cui poter essere nutriti e crescere in relazione agli altri, protetti dalle insidie della strada. Beneficiari diretti: I 50 bambini orfani, diseredati e maggiormente bisognosi. Beneficiari indiretti: Le famiglie di appoggio e l'intera comunità Il costo complessivo del progetto è di € 3.000,00. (Nella foto Stefano Sabatino durante il suo ultimo viaggio)