Sarno. Muore sub dopo immersione a Praia

Era stato dato per disperso da oltre 24 ore, Valerio Nunziata, il sub di Palma Campania, ma di origine sarnese, e trovato senza vita incastrato in una grotta, a sedici metri di profondità dagli spelosub dei vigili del fuoco. Valerio Nunziata, ingegnere, coltivava una grande passione per le immersioni, era da tempo residente a Scalea, era disperso da sabato pomeriggio nelle grotte sottomarine che circondano l'Isola di Dino, a largo dell'Alto Tirreno calabrese. Il corpo e' stato individuato in fondo a una cavità lunga oltre 120 metri.

Nunziata si era immerso assieme ad altre due persone, un istruttore e un altro sub. Quando sono tornati in superficie e hanno visto che Nunziata non risaliva, hanno lanciato l'allarme. Sul posto sono intervenute alcune motovedette della guardia costiera provenienti da Maratea e Cetraro, oltre a carabinieri e squadre speciali di speleo-sub dei vigili del fuoco, aerotrasportate da Reggio Calabria, Vicenza, Roma e Napoli. La macchina dei soccorsi si è immediatamente messa in moto impegnando 30 uomini e circa 15 mezzi terrestri, nautici e aerei, un dispiegamento che, però, non è servito a salvare la vita del giovane 29enne.