Nocera Inferiore. Si tenta di salvare la SETA. Oggi assemblea

Un salvataggio che ha dell’impossibile. Il comune nocerino comunque tenta di salvare la SE.T.A. la società consortile che si occupa della raccolta e lo smaltimento dei rifiuti in città. Sulla società grava, infatti, un debito di oltre 16 milioni di euro, accumulato in parte con la due gestioni commissariali, che l’esecutivo Torquato sta cercando di fare rientrare attraverso un articolato piano di rientro concordato con la tesoreria comunale, affidata alla della Banca della Campania.

Sul fronte societario, si preannuncia drammatica l’assemblea dei soci di oggi. Al ordine del giorno, infatti c’è la proposta di messa in liquidazione del Consorzio avanzata dal comune di Cava dei Tirreni. Una proposta che non sembra essere affatto gradita dall’ente di Piazza Diaz non sembra dare consenso.