Angri. E’ caccia alle prostitute su Via Nazionale

Arrivano i primi controlli dei Carabinieri di Angri dopo l'emanazione dell' ordinanza sindacale volta a contrastare il fenomeno della prostituzione e dei pericoli per la viabilità ad essa connessi sul territorio cittadino. I carabinieri del nucleo doriano coordinati dal Comandante Egidio Valcaccia hanno effettuato nelle notti scorse una serie di controlli nelle aree di maggior concentrazione del fenomeno del meretricio, in particolar modo lungo la Via Nazionale che da anni oramai è il triste teatro del sesso a pagamento.

Controlli minuziosi e capillari delle zone interessate hanno condotto alle prime sanzioni pecuniarie per i trasgressori dell'ordinanza emanata dal Sindaco di Angri Pasquale Mauri. Infatti sono previste per i conducenti di veicoli che effettuano fermate, anche di breve durata, o che eseguono manovre pericolose o di intralcio alla circolazione stradale, al fine di concordare prestazioni sessuali, multe fino a 500 Euro. Insomma il pugno duro e la tolleranza zero promessa dal Sindaco Mauri non sono rimaste parole al vento ma si sono concretizzate in modo efficace.

“Sono molto soddisfatto dell'eccellente lavoro svolto dai Carabinieri di Angri – ha dichiarato il Sindaco Mauri – Grazie all'impegno del Comandante Valcaccia siamo riusciti a rendere efficace l'ordinanza anti prostituzione e ad ottenere i primi risultati in breve tempo. Un atto dovuto nei confronti dei nostri concittadini residenti in Via Nazionale, costretti da anni a convivere quotidianamente con i disagi connessi allo svolgimento di attività illecite che da adesso in poi verranno punite in modo esemplare”.