Angri. AriaNuova incontra il sindaco e propone…

Immagine di copertinaI rappresentanti del movimento “Aria Nuova” punto di riferimento per la Starda Statale 18, meglio conosciuta come via Nazionale, hanno tenuto un incontro con l’amministrazione comunale per cercare di “individuare un’area parcheggi e per il miglioramento della sicurezza stradale” lungo tutto il tratto della strada. I vertici del movimento “Aria Nuova” si sono fatti portavoce delle istanze, recepite durante l’incontro del 4 novembre scorso con residenti della popolosa zona, tra l’altro interessata qualche settimana fa dai miasmi del vicino stabilimento agro alimentare, per i quali prese vita quello che oggi è il movimento.

Durante l’incontro il primo cittadino Mauri ha voluto evidenziare la necessità di regolamentare la sosta lungo tutto l’asse viario, con la futura creazione di ben 128 stalli per la sosta a pagamento e circa 150 per la sosta libera disciplinata, venendo incontro alle esigenze manifestate, già in un primo tempo, da “Aria Nuova” che ha evidenziato come nella zona ci sia la carenza di parcheggi e via sia la sosta indisciplinata di autovetture e mezzi pesanti. “La causa è dovuta soprattutto alla sosta dei dipendenti delle aziende presenti sul territorio” si legge nell’istanza protocollata in comune . E ancora, denunciano, l’indisciplina dei dipendenti e degli operai delle vicine industrie agro alimentari “che utilizzano le aree di sosta pubbliche come un vero e proprio parcheggio privato”.

Un problema che è particolarmente avvertito dai residenti dei nuovi edifici sorti negli anni duemila proprio lungo l’asse viario. “Sovente sotto le proprie abitazioni – si legge nell’istanza – tutti i posti auto sono occupati; tutto ciò causa non pochi problemi ai residenti che già alle prime ore del giorno si ritrovano afflitti anche dalla sosta dei mezzi pesanti che occupano la carreggiata impedendo il traffico scorrevole”. Durante l’incontro è stata evidenziata anche una carenza di segnaletica orizzontale e una scarna “attività di vigilanza da parte della Polizia Locale, non pone limiti a questo fenomeno” evidenziando, inoltre “la scarsa o “quasi inesistente” Sicurezza Stradale, dovuta all’assenza di qualsiasi tipo di segnaletica, sia verticale che e orizzontale, e di ogni tipo di accorgimento”.

E’ stato inoltre richiesta una più attiva presenza di agenti della Polizia Locale, “anche mediante l’istituzione di un presidio in via Nazionale, che possa istaurare un clima di legalità e sicurezza”. “Aria Nuova”, durante l’incontro, ha avanzato al sindaco Mauri anche la redazione di “un’apposita regolamentazione, che non vada a discapito dei residenti e dei commercianti di via Nazionale, delle aree in cui è consentita la sosta, definendo tra l’altro mediante l’ufficio tecnico le aree di proprietà privata e quelle pubbliche”.

Infine è stato proposto di dotare gli attraversamenti pedonali di: illuminazione orizzontale tipo led e dall’alto, segnaletica verticale di indicazione e di pericolo “Illuminata”, dissuasori – rilevatori di velocità, di impianti semaforici pedonali a chiamata e soprattutto il potenziamento della pubblica illuminazione anche alla luce dell’ultimo grave episodio che ha visto coinvolto, due domeniche fa, una donna quarantenne e sua figlia, in un violento impatto con un auto in marcia proprio lungo la via Nazionale. Le sue condizioni ad oggi sono ancora gravi.
Luciano Verdoliva